“Es ya noche buena en Casa Pestiño” (trad. “È già Vigilia di Natale a Casa Pestiño) canta l’omonimo gruppo di navidad flamenca durante il concerto in occasione dell’inaugurazione delle luminarie che, dall’8 dicembre, colorano di luci la suggestiva cittadina di Pizarra.

Un albero di luci bianche illumina il centro della Piazza della Cultura e tutt’intorno sagome colorate rappresentano la Natività. Lungo le strade campane e fili di luci d’argento incorniciano i suggestivi alberi di arancio posti i bordi delle strade.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’evento inizia con il concerto del coro di Carratraca in un palco con luce soffusa ed ancora con la piazza spenta. Dopo il Saluto del Sindaco, che con cura ha tenuto a ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo evento, in particolare l’assessore Joaquín Martín Guzmán, inizia la festa!

Delle piccole atlete di ginnastica ritmica sfilano nella piazza, raggiungendo a passo di danza l’albero al centro della piazza. Lì insieme al sindaco, premono il pulsante di accensione ed in un boato di stupore della folla, tutto il paese si è acceso brillando di ogni colore…è proprio vero che con il Natale, anche il più serio degli adulti, torna bambino stupendosi dell’accensione delle luminarie.

 

 

La festa è oramai nel vivo, sul palco il concerto di Casa Pestiño, uno straordinario gruppo di navidad flamenca, fa  ballare ed emozionare tutta la piazza.

Una scenografia molto originale: otto cantanti, quattro donne e quattro uomini – dalle voci straordinarie- sono seduti ad una tavola decorata con stelle e candele di Natale e lì, come se fosse un pranzo, sorseggiano un buon bicchierino e si esibiscono in canti della tradizione spagnola, accompagnati da una band al completo e un piccolissimo ma già promettente chitarrista. Nel repertorio si alternano brani classici della “navidad flamenca” e nuovi brani del flamenco malagueño contemporaneo.

Durante il concerto si puó visitare il Presepe fatto da artigiani locali posto all’ingresso del Comune, è sorprendente vedere la ricchezza dei dettagli e la grande arte e cura con cui è stata costruita la cittá di Betlemme, le sue case ed i suoi personaggi. Per i piú piccoli c’è anche una gigantografia di Olaf, il simpatico pupazzo di Neve protagonista di Frozen, e la casa di Babbo Natale a dimensione naturale con la slitta parcheggiata sul piazzale.

 

  

 

Tra i brani  suggestivi  e coinvolgenti di Casa Pestiño, luci e canti di Natale per le strade, il Comune di Pizarra inaugura il periodo più bello dell’anno e viverlo in Spagna, tra flamenco, buñuelos e “vino dulce”, ha tutto un altro sapore.

 

Tags:

18 thoughts

  • francesco correra

    Questo evento, descritto in maniera semplice ma efficace, dimostra ancora una volta che per per “vivere” il Natale non occorrono spese pazze, luci da mille e una notte o alberi rivestiti dalle cose più diverse, qualche volta improbabili. Quanto è accaduto ( o meglio, è stato vissuto) a Pizarra dimostra che lo “spirito del Natale” deve esserci innanzitutto in ciascuno di noi. Occorrono un pò di fantasia, buona volontà e soprattutto la voglia di stare bene insieme, nel segno di chi ha lasciato il suo Trono Celeste per venire a stare in mezzo a noi. Viva il Natale, Viva lo Spirito del Natale!

  • Davide

    Da quanto letto si percepisce che con semplicità e voglia di costruire il Natale diventa un momento per guardare al prossimo in maniera umile e altruista….. grazie x quello che fate…..

  • Anna

    Dalla tua descrizione trapelano le tue emozioni e si ha la sensazione di essere catapultati in questa cittadina, insieme a te, a vivere questo momento magico. Chiudendo gli occhi riesco a percepire i suoni e ad immaginare l’esplosione di luce che all’ improvviso squarcia le tenebre. Il mio cuore si riempie di emozione…magia del Natale o merito tuo?

  • Gian Marco

    Questa descrizione, così attenta e minuziosa, ha permesso al mio animo di immergersi ed emozionarsi. Spero che possa ritornare anche nel mio paese, almeno per questi 14 giorni, il clima natalizio stipato da gioia, meraviglia e CONDIVISONE -e non fatto meramente di “parate” e colonne di luci a led di ultima generazione-.
    Se potessi prenoterei subito un biglietto per Pizarra, piacevole scoperta.

  • Gian Marco

    Questa descrizione così attenta e minuziosa ha permesso al mio animo di immergersi ed emozionarsi. Spero che anche nel mio piccolo paese, il clima natalizio, possa stiparsi di gioia e CONDIVISIONE -e non meramente di “parate” e colonne di luci a led di ultima generazione-.
    Pizarra, piacevole scoperta!

  • Angelo De Padova

    La Luce che domina all’improvviso nella piazza… questo è il Natale, la venuta del Figlio di Dio che nell’oscurità del nostro cuore viene ad accendere una “luce” di speranza. In questo tempo buio per il mondo intero, per i luoghi dove Gesù è vissuto, chiediamo che si illuminino le menti dei governanti perché la Pace regni.

  • Cosimo ARNESANO

    Con questo tuo articolo si capisce che il NATALE è la festa dell’UOMO, che si fanno grandi preparativi per festeggiare la nascita di nostro signore. Minuziosa la descrizione. Ti aspetto in Italia. BUON NATALE!

  • Maria Angela Pellegrino

    Semplicità, sobrietà e voglia di stare insieme sembrano essere le parole chiave del Natale di Pizarra.
    Leggendo l’articolo ho avuto la sensazione di ascoltare una voce narrante che, con dolcezza e senso di familiarità, mi ha descritto ogni dettagli della festa facendomi percepire il calore del Natale.
    Mi ha emozionato l’immagine del Sindaco e delle bimbe che fanno luce in questo momento buio per molti aspetti.
    Che questo Natale e il nuovo anno possano donare a tutti noi l’amore di una famiglia, la passione del flamenco e l’occasione di brindare insieme, magari con un buon “vino dulce”.

Lascia un commento